Da Castelbianco ad Albenga con i pony: la folle impresa benefica di Malvina

Aggiornamento: 12 gen



Due Zaini e Un Camallo sostiene Equus Lab sin dagli albori, quando tutto era appena nato, vedendo in Malvina una portatrice sana di bellezza.

Uno dei primi laboratori che abbiamo incontrato lungo il nostro cammino è stato proprio il suo, su a Vesallo, frazione di Castelbianco. Agata uno dei primi amori della piccola Carolina.

Nessuna diffidenza al nuovo, anche noi eravamo appena nati come associazione, ma l'intesa con il Capobranco di Vesallo, è scoccata subito, come una scintilla che prima o poi si sarebbe accesa e tramutata in un fuocherello che da allora mai si è spento.

L'abbiamo aiutata fornendole i contatti per diventare un ASD e mai abbiamo smesso di alimentare i suoi sogni, punzecchiandoci ogni giorno!

Stamattina mi sono svegliato con un vocale di 3 minuti, capite bene che è lunedì e 3 minuti sono davvero improponibili alle 8:00...ma è Malvina e lo ascolto.

Questo è quanto è uscito fuori dalla telefonata che ne è derivata successivamente:

È un Lunedì mattina qualunque ma con un freddo pazzesco, il mio capo mi impone di andare a lavorare un’ora più tardi per riposare…vado a correre.

Sbuffando, decidevo quanti km fare in base al freddo stanchezza etc (manco me lo avesse ordinato il medico pensai! )

Alt! In quel momento mi si è accesa una lampadina.

Due parole chiave mi balzarono subito all’attenzione : gambe e medico.

In un momento storico come questo, ho deciso così di svolgere questo cammino da casa mia nel comune di Castelbianco fino ad Albenga, non solo ad elevato impatto psicologico, ma fisico.

Mi incamminerò con i miei tre mini horses e miei due cani, rifacendomi ai trekking che già svolgo da tempo con tutto il branco insieme alle famiglie del laboratorio didattico ma in forma ridotta, attraverserò diversi comuni tra cui quello del mio paese d’origine, Cisano sul Neva e infine Albenga, non sarà possibile accedere all’interno delle strutture sanitarie come già accade in altri paesi Europei ma avrò il piacere di incontrare i dirigenti sanitari dell’Ospede di Albenga e alcuni ospiti dell’ Istituto Trincheri.

Attraverserò le vie della città e sarò lieta di condividere questo cammino di 34 km con chi anche solo per qualche metro vorrà sposare la mia iniziativa e i miei ideali.

Credo che in un momento così catartico, in cui siamo tutti circondati da sentimenti di paura e obbligati ad una condizione di staticità forzata rispetto alla nostra ormai lontana normalità, sia doveroso fare qualcosa di grande ripartendo dalle piccole cose.

Sento di avere abbastanza forza d’animo, coraggio e audacia da poterne condividere un po’ con altri che in questo momento pensano di non averne più per affrontare un momento complicato della loro vita. Sono certa che questa iniziativa gioverà anche a me stessa, dandomi nuove energie e positività.

La felicità genera felicità.

L’amore, la collaborazione, il coraggio, l’altruismo sono solo alcuni dei sentimenti cardine che posso rendere migliore la nostra esistenza, la bellezza del vivere è ovunque ed è a nostra disposizione, il cuore ci dirà sempre cosa è giusto fare.

.

.

Abbiamo mobilitato un po' di persone, per informare e per restare informati.

Chi non potrà partecipare fisicamente potrà in ogni caso seguire la sua pagina Insta che sarà invasa da foto e post!!

Cosa aspetti??


401 visualizzazioni1 commento