press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/5

Sentiero Del Fieno

1500px-Flag_of_Italy.svg.png

Dal posteggio sulla Via Aurelia, situato vicino al Residence Colibrì, gestito da
Luca e la sua famiglia, si prosegue a piedi sulla strada principale per pochi metri,
direzione nord/nord-ovest. Presso la prima curva sono evidenti le indicazioni per
la Chiesa di SS Cosma e Damiano, classico segnavia bianco e rosso. Si sale
rapidamente e ci si addentra nella pineta sovrastante il porto di Loano. In 15
minuti si arriva allo spiazzo della chiesa dove un bellissimo panorama è pronto ad
accogliervi. Subito a fianco della chiesa trovate un cartello che illustra la zona.
Proseguiti dritti attraversando fasce di ulivi e superando due cancelletti (che
vanno sempre richiusi dopo il vostro passaggio) troverete un bivio. La via più
semplice è sulla sinistra, anche se passando per il Bric 5 alberi un altro panorama
mozzafiato si aprirà davanti a voi.
Un altro spiazzo ben segnalato vi porterà a prendere la seconda via sulla destra,
direzione Ranzi. Attraversato il caratteristico borgo, presso un ulteriore
pannello indicativo, si prende a destra un sentiero che sale con diverse svolte,
fiancheggiando alcune grandi vasche per la raccolta dell'acqua. Il sentiero, a
tratti con fondo roccioso, tra magnifici scorci panoramici, si innesta più avanti su
più larga sterrata.
Si prosegue su questa in salita, sino ad un successivo bivio. Si va a destra, in
leggera discesa per poi continuare pressoché in piano. In lontananza appare il
M.te Carmo, su cui splende la croce di vetta.
Si prosegue sull'itinerario principale, ignorando alcuni bivi, sino a pervenire su
ulteriore più ampia sterrata.
Poco oltre, sulla sinistra, una stradina sbarrata consente di raggiungere in breve
il panoramico poggio S. Martino, con la bella omonima Chiesetta, nonché i ruderi
più antichi, presso il cippo eretto a ricordo degli Alpini caduti.
Proseguendo ulteriormente si incontra l'ampia sterrata proveniente da Verzi. La
si segue per breve tratto per deviare poi a sinistra, dove si incontra la prima delle
grandi caselle: " U Cabanun", risalente al secolo XVIII.
La particolarità di tale manufatto è la costruzione interamente in pietra, senza
uso di malta, con una tecnica ed una abilità di posa tali da impedire infiltrazioni
ed umidità all'interno. Le sue eccezionali dimensioni sono dovute al fatto che, in
caso di maltempo, veniva utilizzato come ricovero anche per i muli con il carico di
fieno, oltre che per i loro conducenti.
Un successivo tratto di sentiero dal caratteristico fondo in acciottolato ancora
ben conservato, rende l'idea di come fosse in origine tale percorso.
Dopo essere transitati in una zona boschiva, si incontra una più ampia stradina
presso un quadrivio. Si prosegue seguendo gli evidenti segnavia, superando poco
oltre una sbarra che impedisce il transito ai mezzi motorizzati.
Con costante lunga salita, dopo diverse svolte, si incrocia l'itinerario "giallorosso"
delle Terre Alte, dopodiché si raggiunge un largo pianoro in cui sorge una
ulteriore grande "casella", presso un dismesso ricovero per animali.
Poco oltre si trova al bel Rifugio di Pian delle Bosse. Si dovrà tornare indietro
ripercorrendo la stessa strada. Una valida alternativa è scegliere di lasciare una
seconda auto presso il parcheggio della castagna in località Castagnabanca a
Verzi di Loano. Dal rifugio Pian Delle Bosse, con solo 30 minuti di percorrenza,
seguendo le indicazioni del sentiero vicino alla fontanella dell'acqua, à quindi
possibile spezzare il percorso e ritornare velocemente al punto di partenza. In
questo modo la durata dell'escursione sarà dunque di 4 ore complessive.

1200px-Flag_of_the_United_Kingdom.svg.png

From the car park on the Via Aurelia, located near the Residence Colibrì, managed by
Luca and his family, walk along the main road for a few metres,
north/north-west direction. At the first bend you will see the signs for
At the first bend you will see the signs for the Church of SS Cosma and Damiano, a classic red and white sign. You climb
quickly and enter the pine forest above the port of Loano. In 15
15 minutes you arrive at the clearing of the church where a beautiful panorama is ready to welcome you.
to welcome you. Immediately beside the church you will find a sign illustrating the area.
Continue straight ahead, crossing bands of olive trees and passing two small gates (which must always be
(which must always be closed again after your passage) you will find a fork. The easiest
easy way is on the left, although passing through the Bric 5 alberi another breathtaking panorama
another breathtaking view will open up before you.
Another well-marked clearing will lead you to take the second path on the right,
in the direction of Ranzi. Once you have crossed the characteristic village, at another
At a further signpost, take a path on the right that climbs in several twists and turns,
flanking some large water collection tanks. The path, at times
The path, which in places has a rocky surface, amidst magnificent panoramic views, later joins a larger
wider dirt road.
Continue uphill on this until you come to a fork in the road. Go right, slightly downhill
then continue almost flat. In the distance you will see
Carmo, on which the summit cross shines.
Continue along the main itinerary, ignoring some forks, until you reach another wider
wider dirt track.
A little further on, on the left, a small barred road allows you to quickly reach the panoramic
the panoramic S. Martino knoll, with the beautiful little church of the same name, as well as the oldest
the oldest ruins, near the memorial stone erected in memory of the fallen Alpine soldiers.
Further on, you come to the wide dirt road coming from Verzi. The
follow it for a short stretch and then deviate to the left, where you will find the first of the large
large boxes: "U Cabanun", dating back to the 18th century.
The peculiarity of this structure is its construction entirely in stone, without the
mortar, with a technique and skill that prevents infiltration and humidity inside.
and humidity inside. Its exceptional size is due to the fact that, in case of bad weather, it was
The exceptional size of the building is due to the fact that, in the event of bad weather, it was also used as a shelter for mules carrying hay and their
as well as for their drivers.
The next section of the path, with its characteristic, well-preserved cobbled
a well-preserved cobbled surface, gives an idea of what the path was originally like.
After passing through a wooded area, we come to a wider little road at a crossroads.
at a crossroads. Continue following the obvious signs, passing a little further on
past a barrier preventing motorised vehicles from passing.
With a constant long climb, after several turns, you will cross the "yellow and red" itinerary of the Terre Alte.
Terre Alte, after which you reach a wide plateau where there is another large
another large "box", near a disused animal shelter.
A little further on is the beautiful Pian delle Bosse Refuge. You will have to go back
retracing the same road. A valid alternative is to leave a second car
second car at the chestnut car park in Castagnabanca in Verzi di Loano.
Verzi di Loano. From the Pian Delle Bosse refuge, it is only a 30-minute walk,
following the indications of the path near the water fountain.
possible to break the route and quickly return to the starting point. In
In this way the duration of the excursion will be 4 hours in total.