press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/8

Asinolla Il Parco

1500px-Flag_of_Italy.svg.png

La location di oggi è quel posto che dev'essere incluso obbligatoriamente almeno una volta nell'infanzia dei più piccoli.
C'è da dire che il Parco Natura Asinolla sorge in posizione strategica sulla sommità del Monte Trabocchetto, alle spalle di Pietra Ligure, dove è un attimo ritrovarsi immersi nella natura con una vista mare davvero incantevole, quasi imperdibile. Il terreno, un ex bosco di rovi, è stato sapientemente recuperato nel tempo e mediante la costruzione di muretti in pietra come tradizione ligure vuole, allestito a dovere con aree dedicate agli animali come stalle, abbeveratoi, aree di sgambamento e zone d'ombra. Troviamo anche un bar con cucina, una zona relax con area barbecue, un uliveto decennale e la sezione dedicata alla scuola d'infanzia e scuola primaria, oltre al campo solare estivo.
Quella che noi vi proponiamo oggi è una delle esperienze più interessanti che possiamo incontrare nel comprensorio della provincia di Savona. Conosciamo Maria Teresa Bergamaschi, una dei titolari, un pomeriggio, mente con la piccola Carolina visitiamo la location. Una persona empatica con grande passione per gli asini che fanno del parco una delle attrazioni più importanti.
Molto probabilmente usiamo un termine errato a definire gli asini come attrazione, ma è proprio ciò che accade ai più piccoli una volta varcato il cancello; vengono assaliti da un'infinità di emozioni che davvero li attrae verso di loro.
A seguire Carolina durante lo slow trekking nell'uliveto, questa domenica c'è Arianna Giribone, ragazza dolce e molto paziente. L'esperienza comincia dalla stalla, dove al nostro arrivo incontriamo sei asini intenti a mangiare il fieno.
L'avvicinamento agli animali è graduale, come dev'essere. Arianna prende per mano la mia piccola bimba per instaurare con lei un rapporto di fiducia, come buone amiche, prima di accompagnarla all'ingresso della stalla.
Pian piano l'affiatamento tra loro si completa e Carolina ascolta attentamente tutte le raccomandazioni e le indicazioni di quella che per lei, al momento, raffigura una maestra. Agli asini viene messa la capezza, una sorta di finimento utilizzato per poter condurre a mano un equino, alla quale viene aggiunto un lunghino per poterli accompagnare in sicurezza durante il trekking. Carolina è parte integrante dell'imbastimento di Patou, o "comodino" come viene soprannominato il piccolo e mansueto asino, passando gli attrezzi ad Arianna. Una volta pronti, i bimbi (assistiti o da un genitore o dall'insegnante stesso) incominciano il loro slow trekking risalendo un sentierino sterrato che si inerpica dolcemente verso l'uliveto, dove si compie quasi per intero l'esperienza. Un modo unico per relazionare i più piccoli all'aria aperta affiancati da animali davvero intelligenti e dai quali si può iniziare ad imparare cosa vuol dire instaurare un rapporto di fiducia con loro. Una volta rientrati in stalla, la piccola Carolina ha il compito di sistemare le capezze e di preparare un po' di cibo per gli animali disponendo in fila indiana alcuni secchi per dividere le razioni.
Questa è solo una delle attività che offre Asinolla dove convivono sia asini sia cavalli (e anche qualche gallina); vengono organizzate più volte alla settimana escursioni anche più lunghe, che si sviluppano nell'immediato entroterra, bellissime quelle a cavallo; poi ancora battesimi della sella, attività e laboratori sempre nuovi e stimolanti per i più piccini ma anche per adulti che non hanno paura ad emozionarsi come loro!

1200px-Flag_of_the_United_Kingdom.svg.png

Today's location is a place that must be included at least once in the childhood of children.
It must be said that Parco Natura Asinolla is strategically located on the summit of Monte Trabocchetto, behind Pietra Ligure, where it is easy to find oneself immersed in nature with a truly enchanting, almost unmissable view of the sea. The land, a former forest of brambles, has been skilfully recovered over time and through the construction of stone walls as the Ligurian tradition wants, set up properly with areas dedicated to animals such as stables, drinking troughs, walking areas and shaded areas. There is also a bar with a kitchen, a relaxation area with a barbecue, a ten-year-old olive grove and a section dedicated to kindergarten and primary school, as well as a summer solar camp.
What we are proposing today is one of the most interesting experiences we can encounter in the Savona province area. We met Maria Teresa Bergamaschi, one of the owners, one afternoon, while we were visiting the location with little Carolina. She is an empathetic person with a great passion for donkeys, which make the park one of the most important attractions.
We probably use the wrong term to define donkeys as an attraction, but this is exactly what happens to the little ones once they cross the gate; they are assailed by an infinity of emotions that really draws them in.
Following Carolina on her slow trek through the olive grove this Sunday is Arianna Giribone, a sweet and very patient girl. The experience begins in the stable, where on our arrival we meet six donkeys intent on eating hay.
The approach to the animals is gradual, as it should be. Arianna takes my little girl by the hand to establish a relationship of trust with her, like good friends, before accompanying her to the entrance of the stable.
Little by little, the harmony between them becomes complete and Carolina listens attentively to all the recommendations and indications of what is, for her at the moment, a teacher. The donkeys are put on a halter, a kind of harness used to lead a horse by hand, to which a long harness is added to be able to accompany them safely during the trek. Carolina is an integral part of Patou's tacking, or "bedside table" as the tame little donkey is nicknamed, passing the tools on to Ariadne. Once they are ready, the children (assisted either by a parent or by the teacher himself) begin their slow trek up a dirt path that climbs gently towards the olive grove, where they complete almost the entire experience. This is a unique way for children to relate to the outdoors alongside really intelligent animals from which they can begin to learn what it means to establish a relationship of trust with them. Once back in the barn, little Carolina has the task of arranging the sheds and preparing some food for the animals by arranging some buckets in single file to divide the rations.
This is just one of the activities offered by Asinolla, where both donkeys and horses (and even a few hens) live together. Several times a week, even longer excursions are organised, which take place in the immediate hinterland, and those on horseback are wonderful; then there are also saddle christenings, activities and workshops that are always new and stimulating for the youngest children but also for adults who are not afraid to get excited like them!