Le Due Cascine (E-bike)

L'esperienza

Il trail che proponiamo oggi in E-Bike ricalca un pochino la falsa riga di un itinerario proposto in una nostra trekkinata.
Come sempre, la nostra escursione parte dal Residence Colibrì di Luca e ci immettiamo subito in via delle Ciappe per dirigerci nel primo entroterra.
Con una pedalata (ovviamente assistita) di 10 minuti raggiungiamo la pineta di Loano dove esiste un concentratissimo circuito Trail nel quale potersi allenare.
Nel raggiungerlo passiamo davanti ai bellissimi campi coltivati a lavanda di Francesco Marchesin, seguendo per filo e per segno il Progetto Lavanda Riviera dei Fiori, di cui Loano fa parte. Si tratta di lavanda alimentare tipo Imperia (senza canfora) proposta poi in alcuni piatti nel menù dell'hotel Casa Marina di cui Francesco è gestore. Proseguiamo velocemente verso il Poggio di San Damiano e continuiamo su asfalto sino al raggiungimento del cartello indicante la fine del territorio di compendio del comune di Loano. Prendiamo la sinistra, l'asfalto di trasforma ben presto in una carrareccia bianca e, sorpassate un paio di curve, ci viene incontro un bellissimo scorcio sulla frazione Ranzi di Pietra Ligure. Lungo la via troviamo il primo bivio importante per noi che seguiamo appunto in direzione Ranzi fino alla borgata Santa Libera dove, nella piazzetta B. Rembado, riempiamo le borracce presso gli antichi lavatoi.
Gomme di nuovo sull'asfalto per procedere su Via Santa Liberata e raggiungere in pochi metri la parrocchiale intitolata a San Bernardo dove si apre una splendida vista sul golfo.
La prossima tappa ora diventa la zona panoramica conosciuta con il nome di "Belvedere" dove sorge la Cappelletta. Da qui il circuito torna sterrato ripercorrendo una parte del Sentiero del Fieno, le varianti di Trail che si presentano sono quindi molteplici e di diversa difficoltà. In giallo i trail soft: U Sentè di Armuin e Scoglio di Venso in blu quelli Strong: Nostralino Trail - Sentiero del Fieno e Criceto Trail, infine in nero i cosiddetti Expert Trail: Ranzilandia e Gabry Trail.
In una buona mezz'ora raggiungiamo il Poggio di San Martino e continuiamo a salire oltrepassando il Cian di Cucco fino ad arrivare nella località di compendio del comune di Giustenice conosciuta come Cascina Porro dove incontriamo la "Lucanda di Giustenice" qui ci fermiamo a mangiare qualcosina (un tagliere di salumi con del buonissimo pane) mentre mettiamo sotto carica le bici.
Unire le escursioni alla convivialità e al buon cibo ci piace sempre tantissimo e questa location ci sembra davvero perfetta. Vorremmo scrivere, gambe in spalla e ripartiamo e invece, abbiamo voluto la bici e quindi pedaliamo!
Ripartiamo naturalmente sempre in salita, fino ad un nuovo importante bivio che sulla destra si ricongiunge al sentiero Terre Alte che, volendo, porta sino a Bardineto. Noi proseguiamo in direzione Pian delle Bosse, finalmente in discesa, oltrepassando il Bric Pratello su una sorta di cresta da dove è possibile rimirare la punta del Bric Aguzzo. Eccoci al rifugio, che già conosciamo molto bene! Edificio alle spalle prendiamo la nostra destra e scendiamo a velocità sostenuta per il Trail Cian de Bosse di medio bassa difficoltà, con fondo battuto e morbido, incontrando di tanto in tanto qualche roccetta che ci fa sobbalzare. Al termine giungiamo a Verzi e rientriamo alla base.

1/9